Artigiano qualificato | cosa significa?

Identificare un artigiano come colui che crea problemi é sbagliato ma avere a che fare con un Artigiano qualificato é sinonimo di maggior Garanzia.

Spesso l’artigiano é raffigurato come un divulgatore di disagi ed incertezze e i motivi sono prevalentemente due.

Il primo motivo é sicuramente dato dalla reperibilità, che spesso, dopo aver ricevuto una prestazione artigianale, viene meno. O comunque non é quasi mai garantita per come promessa.

Non é una novità che “si impazzisca a rincorrere un artigiano” per farsi riparare una finestra o anche semplicemente un rubinetto.

Un prodotto installato, magari pagato a caro prezzo, senza la dovuta assistenza, diventa come paglia secca al vento.

Il secondo motivo, causa comunemente conosciuta, é “la disorganizzazione“.

Per carità, non ne faccio un colpa a nessun artigiano e non é mia intenzione andare conto la mia categoria lavorativa.

Sono consapevole che i tempi sono cambiati e l’evoluzione, anche tecnologica, ci mette nella condizione di aspettarci tempi di risoluzione, anche dall’artigiano, prossimi allo zero.

Con questo non é però giustificabile che 90 volte su 100, alla richiesta di una prestazione artigianale, non ci siano impegni di risoluzione precisi e puntuali.

Difficilmente ti sentirai dire, alla richiesta di un intervento:

Salve sig. Franchi, ho preso in carico la sua richiesta ed entro le 18.00 le dirò: come ho intenzione di risolvere e quando.

Solitamente si assiste ad un rimando cronico che tuttavia rende incerta la situazione agli occhi di chi richiede il servizio.


Continuando a leggere questo articolo potrai scoprire come, in 20 anni di attività, ho reso performante e sistematico il Metodo che applico nella mia azienda, Diemme Infissi, a tutela del cliente e della sua garanzia.

Metodo che ho creato e che viene già utilizzato da altri Artigiani qualificati che hanno deciso di rendere eccellente il servizio al cliente.


Cliccando la foto sotto puoi visitare la mia pagina personale, danielecagnoni.it. Pagina dove sono riportati gli interventi che ho tenuto, anche a livello nazionale.
Troverai anche ciò che mi prodigo a fare per gli artigiani che vogliono migliorare l’esperienza del cliente attraverso servizi eccellenti.


Foto di daniele cagnoni e del metodo Manutenzione in abbonamento


Artigiano qualificato: chi é l’Artigiano?

Un Artigiano qualificato è un lavoratore esperto che attraverso l’utilizzo di attrezzature, macchinari e materie prime, riesce a mettere in pratica  il suo mestiere con la Garanzia del Risultato.

Per diventare un “artigiano qualificato”, anche nel settore edile, é indispensabile avere un Metodo di lavoro con una serie di standard qualitativi certificati.

Si potrebbe pensare che ogni Artigiano, sia in grado di svolgere il proprio lavoro senza alcuna criticità. Ma non é sempre così.

La chiusura di un processo di lavoro “artigianale”, basato prevalentemente su prestazioni di servizio , potrebbe anche, per fattori secondari, non dare risultati eccellenti.

Il lavoro svolto dall’artigiano, anche in modo efficace, può degenerare in un problema con la sola mancanza dell’assistenza nel tempo.

Puoi aver ricevuto il miglior lavoro artigianale ma se non viene dato seguito al cosiddetto “post vendita”, tutto si vanifica e niente é garantito.


Artigiano qualificato: il Metodo basato sull’analisi.

In modo scientifico, é possibile analizzare il sistema congeniale per garantire qualsiasi attività artigianale.

Mettere a processo le fasi, di un attività artigianale, non é semplice, anzi, non c’é materia più delicata.

Sono necessari anni di analisi, congiunti ad esperienze altrettanto analizzate, per rendere efficace e redditizio un Metodo artigianale.

Questo é quello che ho fatto con il mio Metodo. Analisi costante e ripetitiva mirata a sistematizzare tutti i processi.

Perché lo ho fatto? Per migliorare l’esperienza del cliente e rendere garantito il processo artigianale chiudendo il cerchio.

Ma anche per dare ai miei collaboratori uno stimolo aggiuntivo che li renda umili portatori di servizi qualificati.

Il cliente che si affida a noi deve essere consapevole di ottenere il massimo standard di servizio artigianale.

Per aiutare altri artigiani come me a trovare la quadra per ottenere le dovute soddifazioni, evitandogli di crescere nell’i

Ecco che dopo 20 anni di attività sono riuscito ad esportare il metodo anche in altre aziende, ad altri artigiani.


Artigiano qualificato: ritorno alle origini o evoluzione?

“L’artigiano deve ritornare a riscoprire il concetto di servizio al cliente! Analizza bene! Tutte le aziende che stanno avendo risultati eccellenti sul mercato, hanno un servizio
Assistenza al Cliente eccellente!

Serve sicuramente evolvere il servizio al cliente in modo radicale, evitando di lasciarlo in mano ad Aziende che lo potrebbero cannibalizzare con ampie risorse economiche.

Gli artigiani sono stati, sono e saranno una risorsa per il nostro paese.

Il mix perfetto consiste nel creare un equilibrio tra prodotto e servizio.

Nel mio Metodo, che applico in Diemme e divulgo agli artigiani interessati, lavoriamo solo su 4 elementi focali:

  1. Servizio al cliente
  2. Assistenza al cliente
  3. Corretto Post-Vendita
  4. Manutenzione costante ed in abbonamento

Ho preso le origini dal mestiere e le ho adattate al contesto in cui viviamo.
Questo, per dare il massimo vantaggio al cliente e rimanere, a vita, il suo artigiano qualificato di fiducia.


Artigiano qualificato: servono diplomi?

Assolutamente no, non servono diplomi specifici e non esistono corsi, viste le ampie differenze applicative.

Fare l’artigiano significa prestare l’esperienza, imparata ed acquisita, rendendosi congeniale nel risolvere specifici problemi.

Con questo non voglio dire che non serva formazione, anzi ne serve moltissima, ma serve anche lavorare in un processo che garantisca una serie di standard.

Sempre più spesso vedo artigiani che ottengono diplomi proprio dai fornitori stessi.

Il valore di un corso, effettuato dal fornitore, non deve essere quello di sbandierare un diploma per aumentare le vendite, argomento molto in voga anche nel mio settore.

Formarsi significa rendersi migliori nella mansione specifica a favore del cliente e dei vantaggi che ne trarrà nell’arco della durata del servizio.

Per questo motivo l’artigiano, mitragliato da corsi di formazione sul marketing rischia di diventare “un’ artimprenditoreche potrebbe perdere valore nelle capacità da sviluppare a servizio e risoluzione dei problemi del cliente stesso.

La parola giusta é equilibrio ma é poco in voga.


Artigiano qualificato: conclusione.

Essere un artigiano é una responsabilità importante anche da tramandare. La richiesta di artigiani qualificati é in costante aumento e la reperibilità è difficilissima.

Il futuro dell’artigianato é in mano ai ragazzi di oggi che, purtroppo, nella maggior parte dei casi, pensano più al cosa che al come.

Prestare la professione di Artigiano qualificato, anche attraverso la vendita di prodotti, nel mio caso finestre e porte, é possibile solo seguendo un Metodo ben delineato.

In questo articolo ho voluto approfondire una piccola parte di quello che da anni stò applicando nella mia azienda e che presto potrà essere applicato anche da altri artigiani di settori diversi dal mio.

Posso affermare che il servizio artigianale di Diemme Infissi é nato per essere risorse dei propri clienti. Clienti che come te, potrebbero guardare più al come che al cosa.


Affidarsi ad un Artigiano qualificato significa sentirsi nelle mani di colui che si é preso la responsabilità della tua esigenza.
Dandoti anche la Garanzia di Risultato con l’assistenza nel tempo.


Se vuoi conoscere il mio Metodo, puoi approfondirlo in questa pagina specifica >>> danielecagnoni.it.