Bonus infissi 2022 | Come funzionano i nuovi incentivi per sostituire finestre e porte

Il Bonus Infissi è stato confermato per il 2022, con la possibilità di ottenere sconto immediato in fattura, cessione del credito e detrazioni. I bonus di riferimento rimangono Bonus Ristrutturazione, Ecobonus e, nell’ambito di una riqualificazione energetica, il Superbonus 110%.

Vediamo insieme come funziona il bonus per sostituire gli infissi nel corso del 2022.


Bonus Infissi 2022 | Come funziona

Il Bonus Infissi, non è un vero e proprio incentivo. Si tratta infatti della possibilità di detrarre gli infissi, utilizzando altri bonus per la casa, confermati dalla Legge di Bilancio 2022.

I bonus da sfruttare per ottenere una detrazione sugli infissi sono:

  • Bonus Ristrutturazione: permette di ottenere una detrazione pari al 50% delle spese sostenute per un importo massimo di 96 mila euro. La detrazione sarà divisa in 10 quote annuali. Puoi utilizzare questa detrazione in caso di sostituzione degli infissi.
  • Ecobonus: permette di ottenere una detrazione pari al 50% delle spese sostenute. Il tetto è di 60 mila euro. Puoi sfruttare anche cessione del credito e sconto in fattura. Puoi utilizzare questa detrazione per sostituire gli infissi delle pareti che si affacciano sull’esterno di un ambiente riscaldato.
  • Superbonus 110%: il Superbonus necessita una riqualificazione energetica totale dell’edificio. Gli infissi possono essere inclusi come intervento trainante. Per la sola sostituzione non potrai utilizzarlo.

Bonus infissi 2022 | Cosa cambia rispetto al 2021

Il funzionamento del bonus per sostituire i vecchi infissi rimane praticamente invariato. Rimane possibile utilizzare sconto in fattura e cessione del credito.

In caso di esercizio di opzione (se scegli cessione o sconto in fattura), serviranno visto di conformità e asseverazione. Non saranno però necessari per interventi di edilizia libera e piccoli lavori entro i 10.000 Euro.


Bonus infissi 2022 | Quali sono le nuove scadenze

A seconda del bonus con cui sceglierai di detrarre gli infissi, le nuove scadenze dovrebbero essere:

  • Bonus Ristrutturazione: valido per tutto il 2022 (prorogato, per il momento al 31 dicembre 2024);
  • Ecobonus: valido per tutto il 2022 (prorogato, per il momento al 31 dicembre 2024);
  • Superbonus: nell’ambito di una riqualificazione energetica complessa sarà possibile detrarre gli infissi come intervento trainato, rispettando i requisiti del 110, fino al 31 dicembre 2022.

Bonus infissi 2022 | Conclusioni

Con la chiusura della Legge di Bilancio 2022 i principali bonus per la casa sono stati confermati.

Per tutto il 2022, utilizzando Ecobonus e Bonus Ristrutturazione, sarà possibile ottenere una detrazione del 50% sugli infissi o scegliere sconto immediato in fattura e cessione del credito.

Visto di Conformità e asseverazione, salvo piccoli interventi, diventano necessari quando si scelgono cessione o sconto in fattura.


Risorse utili

Come scegliere i tuoi nuovi infissi

Come funziona la riqualificazione energetica

Le testimonianze dei clienti Diemme

La galleria dei lavori Diemme

Video Guide in meno di 60 secondi

4 commenti su “Bonus infissi 2022 | Come funzionano i nuovi incentivi per sostituire finestre e porte”

  1. Salve Agostino.

    Si, rientrano.

    Serve che siano calcolati dal suo tecnico ed inseriti nel progetto delle migliorie energetiche.

    Un caro saluto

    DC

  2. Buon pomeriggio
    se la spesa per la sostituzione degli infissi supera i 10.000 euro, se ho capito ricadono tra gli interventi in edilizia libera ,in questo caso se dovessi cedere il credito d’imposta ad una banca(esempio le poste) ho bisogno del visto di conformità?
    Grazie

  3. Salve Dario.
    In edilizia libera (senza titolo abilitativo) non servono visto e asseverazione.
    Serve però valutare l’intervento con l’allegato I.
    Visto e asseverazione serve per interventi con titolo abilitativo e spesa superiore a 10000 euro iva compresa.
    Un caro saluto
    DC

Lascia un commento