Bonus per la casa: ecco le guide Aggiornate 2019!

Bonus per la casa

Bonus per la casa, l’Agenzia delle Entrate aggiorna le guide

Novità, adempimenti e procedure per fruire nel 2019 della detrazione fiscale per le ristrutturazioni, del bonus mobili e dell’ecobonus.

13/02/2019 – L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato le 3 Guide Fiscali:

  1. bonus ristrutturazioni,
  2. bonus mobili
  3. ecobonus

Sono aggiornate con le ultime novità fiscali e riassumono  adempimenti e procedure per poter ottenere gli sgravi.

Bonus ristrutturazioni: la proroga e l’obbligo trasmissione dati all’Enea

La guida al bonus ristrutturazioni. Sempre massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare fino al 31 dicembre 2019.

Salvo stravolgimenti, dal 1° gennaio 2020, la detrazione tornerà al 36% ed il limite a 48.000 euro.

Introdotto l’obbligo di trasmissione all’Enea delle informazioni sui lavori effettuati, come per il Bonus Energetico.

Comunicazione indispensabile per stabilire il valore degli interventi energetici detratti con il Bonus Ristrutturazione.

Qualche accenno anche su applicazione Iva in misura ridotta e interessi passivi sui mutui ristrutturazione prima casa.

Bonus mobili: proroga, requisiti e obblighi Enea

Pensa che adesso vanno comunicati all’Enea gli acquisti di alcuni elettrodomestici detraibili con il bonus e andando ad inserire nel portele le caratteristiche energetiche:

  • forni,
  • frigoriferi,
  • lavastoviglie,
  • piani cottura elettrici,
  • lavasciuga,
  • lavatrici.

Obbligo Enea: slitta di due giorni il termine per l’invio dati

La comunicazione per ottenere la detrazione del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia ( che consentono anche Risparmio energetico) va fatta sul portale del sito https://ristrutturazioni2018.enea.it/.

Scadenza: 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Per gli interventi la cui data di collaudo è tra il 01 gennaio 2018 e il 21 novembre 2018 il termine dei 90 giorni decorre dal 21 novembre 2018.

Ecobonus: proroga e controlli Enea

La guida all’ecobonus ricorda la proroga al 31 dicembre 2019.

L’Enea effettua controlli, sia della documentazione che in loco. L’obiettivo è verificare la sussistenza dei requisiti e la completezza delle pratiche.

 

Link Guide Fiscali: 

 

 

 


Copertina Ecobonus finestre Lucca - Guide agevolazioni fiscali

 


Daniele Cagnoni – danielecagnoni@diemmeinfissi.com

Come funziona l’ECOBONUS 110% e quali sono le condizioni d’accesso. 

La sola sostituzione di FINESTRE E PORTE, nell’applicazione dell’Ecobonus 110%, ad oggi, RIMANE al 50%.

“PUOI DETRARRE IL 50% in 10 ANNI”

In caso di intervento di RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA le cose potrebbero cambiare e dare l’accesso all’ ECOBONUS 110% anche per FINESTRE E PORTE.

Se INSTALLIAMO CAPPOTTO E CALDAIA, e nel contesto dell’intervento si SOSTITUISCONO FINESTRE E PORTE, le cose potrebbero cambiare.

Se sarà accertata una miglioria dell’immobile DI ALMENO 2 CLASSI ENERGETICHE, si potrà accedere al 110%, anche per FINESTRE E PORTE.

RIEPILOGO REGOLE ECOBONUS 110% 2020/2021

Le SPESE saranno da sostenere dal 01.07.2020 al 31.12.2021.

L’ecobonus si applica a qualsiasi immobile riscaldato, alle persone fisiche, ai soggetti IRES.

Servirà certificare con APE (Attestato di Prestazione Energetica) il miglioramento di 2 CLASSI energetiche dell’edificio

I materiali isolanti devono rispettare i Criteri Ambientali Minimi "CAM"

E' applicabile in condomini o unità immobiliari adibite ad abitazione principale

Non si applica nell’esercizio di imprese, arti o professioni, ai CONDOMINI singoli e agli IACP.

E' applicabile in immobili di proprietà di persone fisiche

Vista la complessità dell’argomento, ci siamo attivati subito, con i nostri Consulenti Energetici, per supportarti senza farti correre rischi.  

Abbiamo creato un sistema di analisi specifico: check110percento.it.

Il nostro sistema ci consente di esaminare l’attuale stato Energetico della tua casa ma anche di capire se hai diritto all’accesso all’Ecobonus 110% e quali sono gli interventi da effettuare.

Puoi ottenere maggiori informazioni
cliccando sul bottone qui sotto. 

SUPERECOBONUS (110%)

Per accedere al superecobonus è necessario attendere il Decreto definitivo (oggi è in bozza), i

Decreti attuativi e le necessarie procedure dell’Agenzia delle Entrate.

La sostituzione di serramenti può rientrare nel superecobonus se abbinato agli interventi sotto descritti che sono agevolabili al 110%:

Coibentazione degli edifici con intervento su almeno il 25% della superficie esterna (ad es.: cappotti) – limite di spesa: 60.000 euro per ogni unità immobiliare

Interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento nei condomini – limite di spesa: 30.000 euro per ogni unità immobiliare

Interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento degli edifici unifamiliari – limite di spesa: 30.000 euro

Il limite di spesa per la sostituzione dei serramenti rimane quello previsto dalla precedente legislazione (60.000 euro), detraibili al 50% in 10 anni.

CLICCA L’IMMAGINE SOTTO PER LEGGERE LE FAQ

TROVI 37 DOMANDE CON ALTRETTANTE RISPOSTE