Cambio misure infissi con Ecobonus 50% e Bonus 110 %

In questi giorni sono emersi molti dubbi sul cambio misure infissi con Ecobonus 50% e Bonus 110%. Ci sono però delle regole chiare a cui puoi attenerti per ottenere un lavoro congruo.

In questo articolo ti dico quali sono le condizioni che inducono una modifica misure infissi con Bonus 110% e 50% e come rimanere congruo seguendo delle semplici indicazioni.

Premetto che le condizioni per variare le misure dei serramenti, esistono da sempre; non è cosa di adesso, ci conviviamo dai primi bonus fiscali dedicati al risparmio energetico. 

Aggiornamento dell’Agenzia delle Entrate del 31 Luglio –  524/2021

Foto modifica misure infissi con bonus 110 e 50

Al termine dell’articolo trovi delle risorse utili per saperne di più su incentivi per i serramenti e scelta degli infissi.


Cambio misure infissi con Ecobonus 50% | partiamo dal concetto di sostituzione infissi

L’ Ecobonus 50% prevede la sostituzione agevolata dei vecchi infissi al fine di migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio. Questa è la voce ufficiale: Coibentazione pareti opache, “sostituzione dei serramenti” e installazione delle schermature solari (comma 345).

Soffermandoci su quanto scritto sopra “sostituzione dei serramenti” possiamo già intuire che la parola d’ordine sulla quale basarci è proprio “sostituzione”.

Questo Bonus, a differenza del Bonus Casa  50%/ Bonus Ristrutturazione 50% (dove è prevista la sostituzione infissi anche con modifica di tipologia e misure) nasce prevalentemente per efficientare il patrimonio edile in modo semplice. Sappiamo che le finestre, nell’ambito di una casa, possono disperdere anche fino al 35% del calore interno.

Lo stato italiano ha messo a disposizione il bonus per sostituire gli infissi, e aumentare il risparmio energetico, anche dove non ci fosse da fare una Ristrutturazione.

Stiamo parlando di sostituzione che non prevede modifiche dimensionali. La misure della finestra di prima, devono rimanere invariate, anche con la nuova finestra.

Conclusione: sostituire infissi non equivale a modificare le dimensioni degli infissi; salvo le piccole eccezioni che seguono.

Cambio misure infissi con Ecobonus 50% | Eccezione cambio misure e cappotto termico

La preoccupazione più grande era quella del cappotto termico. Quando si installa il cappotto i nuovi infissi hanno spesso dimensioni diverse.

foto cappotto e infissi

Questa variazione però non va a creare un serramento incongruo con i bonus. Si può dire che le dimensioni cambiano, ma in una misura particolare che non influisce sui bonus casa.

Facciamo un passo indietro, partendo dal capire”quali sono le misure di riferimento”.

Esistono due misure di riferimento che si possono inquadrare: 

  1. La luce architettonica del vano finestra; è la misura della bucatura che puoi misurare dal fuori, il vano esterno,
  2. La misura della finestra: è la misura che puoi misurare dal dentro, l’esterno telaio della finestra.

E’ bene considerare che qualora si installi un cappotto termico esterno, la misura che varia è quella della luce architettonica; la misura della finestra non cambierà.

Di conseguenza, se non cambia la misura della finestra, ma si modifica l’esterno per l’apposizione dell’isolante, rimaniamo congrui a quanto previsto dalle indicazioni. Resta comunque uno scostamento delle misure del 2%, da sfruttare come comporto tecnico.


Cambio misure infissi con Ecobonus 50% | Eccezione cambio misure e nuovi impianti termici

Durante l’efficientamento della tua abitazione emerge la necessità di un nuovo impianto termico; via i vecchi radiatori e spazio per un pavimento radiante.

Foto habitissimo

                             credit foto habitissimo

In questo caso sono tollerate le variazioni dimensionali per causa tecnica. Installando il pavimento radiante si possono diminuire l’altezza della porta e anche quella della finestra, qualora il parapetto risulti non congruo alle prescrizioni tecniche.

Sarà necessario comunque poter giustificare questa modifica in caso di controllo, ma mi pare evidente che l’installazione di un pavimento  radiante possa essere ampiamente giustificabile con disegni, progetti e fatture.


Cambio misure infissi con Ecobonus 50% | I casi di modifica delle dimensioni che escludono le finestre da Ecobonus 50%.

Ci sono diversi casi che possono escludere le finestre dall’Ecobonus 50%, magari spostando solo l’intervento nel Bonus Ristrutturazione. Ti ricordo che il Bonus Ristrutturazione 50% prevede il cambio degli infissi con differenti misure-modifiche.

Le finestre che dovrai rimuovere immediatamente dal prospetto di detrazione Ecobonus 50%, sono quelle che subiscono le seguenti modifiche:

  1. Cambio dimensione con maggiorazione/riduzione per più del 2%;
  2. Finestre che sono state allargate per ottenere infissi più grandi;
  3. Finestre che diventano porte finestre;
  4. Spostamenti del vano finestra verso destra o verso sinistra;
  5. Nuove aperture e relative finestre.

In questi casi, puoi intervenire con un Bonus più consono all’intervento stesso: “il Bonus Casa 50% / Bonus Ristrutturazione 50%”.

Puoi utilizzare questo bonus anche nell’ambito di manutenzione ordinaria* e straordinaria; regolamentate con le liste delle opere ammesse dal comune dove devi eseguire il lavoro.

* Far riferimento al regolamento comunale, poiché alcuni interventi sono eseguibili anche come manutenzione ordinaria, sfruttando il suddetto bonus.

credit foto schuco


Modifica misure infissi con Ecobonus 50% | Con il Superbonus 110%, cosa cambia in caso di modifica delle dimensioni?

In sostanza, rispetto a quello che ti ho scritto sopra, non cambia proprio niente. 

L’Ecobonus 50% Infissi, risulta un intervento trainato nel Bonus 110%. Ne consegue che il Bonus rimane tale ma viene inserito nel contesto di un intervento più cospicuo.

Di conseguenza, si applicano le stesse regole che ho scritto sopra e, se ci sono scostamenti per più del 2%, serve passare al Bonus Casa 50% / Ristrutturazione 50%; compatibile col Bonus 110%.

Per semplificare le tue valutazioni, richiedi al tuo tecnico uno stato di fatto ed uno stato modificato del progetto. Una volta sovrapposti, potrai avere chiarezza su come gestire gli infissi in sostituzione e gli infissi con modifica dimensionale.

Questo ti servirà anche quando richiedi preventivi; potrai far suddividere le opere a seconda del Bonus congruo ad esse.


Cambio misure infissi con Ecobonus 50% | Cosa dice Enea sulla modifica delle dimensioni dei serramenti

A riguardo ha parlato anche Ilaria Bertini, Direttrice  del dipartimento unità efficienza energetica di Enea.

Lo ha fatto nel corso dell’audizione del 28 aprile 2021 della Commissione Attività Produttive alla Camera.

L’audizione, sembra aver confermato le risposte dell’assistente virtuale di Enea:

  • E’ prevista la tolleranza di variazioni di dimensioni ridotte e giustificate da necessità tecniche ineludibili;
  • In caso di demolizione e ricostruzione, l’obbligo di mantenere forma e dimensioni non è presente.

Puoi vedere il video completo dell’audizione cliccando su questo link (l’intervento specifico inizia a 1 ora e 36 minuti)


Conclusione: 

Evita errori e gestisci correttamente tutte le fasi di valutazione.

Per non avere preoccupazioni affidati a tecnici competenti che ti eviteranno rischi e preoccupazioni.

A fare la differenza sono proprio i tecnici e i professionisti che si occuperanno dei tuoi lavori.


Per maggiori informazioni o chiarimenti puoi visitare la pagina che trovi qui >>> La consulenza per scegliere infissi con i bonus fiscali.


Il libro che ho scritto per scegliere correttamente gli infissi per la tua casa >>> LINK


Risorse utili

Le nostre FAQ 110%

Come scegliere i tuoi nuovi infissi

Come ottenere il massimo beneficio con la tua riqualificazione energetica

Le testimonianze dei clienti Diemme

La galleria dei lavori Diemme

Video Guide

 

67 commenti su “Cambio misure infissi con Ecobonus 50% e Bonus 110 %”

  1. Buongiorno,devo fare vari lavori alla casa ed ho 8 infissi da sostituire di cui 2 da modificare , da porta e finestra a 2 grandi finestre o porte scorrevoli, restando sempre nella misura totale del vecchio infisso. Ho il diritto al eco bonus? Grazie Enrico

  2. Ciao Enrico. Si parla sempre di sostituzione.
    A regola, quando si entra in modifica, se cambiano le misure, non si attinge alla detrazione.
    Fatto salvo alzare una porta di x cm per l’inserimento di un impianto radiante.

    Daniele

  3. Grazie..praticamente per avere l’ecobonus posso solo sostituire i vecchi con nuovi…senza modifiche.

  4. Si, fatto salvo alzare una porta di x cm per l’inserimento di un impianto radiante.

    Anche il cappotto comporta riduzione del vano ma è consentito.

    La finestra, infatti, non varia di misura.

    Daniele

  5. Buonasera,
    Sto facendo un intervento di ristrutturazione della mia abitazione e di efficientemento energetico.
    Faremo una serie di interventi contabilizzati al 110% (superbonus) ed una parte al 50% (ristrutturazione edilizia).
    Alcune finestre rimarranno invariate rispetto alle misure originarie e andranno al 110%.
    3 verranno invece variate: 2 trasformate in porta finestra e una allargata. Per queste tre possiamo applicare l’aliqiota di detrazione del 50% e farle rientrare nella ristrutturazione edilizia o la cosa inficerebbe la detrazione delle altre al 110%? In sostanza si possono portare le finestre in detrazione con 2 tipi di interventi diversi?

  6. Buongiorno Sara.
    Confermo quanto mi scrive.
    Può lavorare su due bonus:
    – la sola sostituzione al 110%,
    – la sostituzione con modifica nel 50% Bonus Casa.

    Dovranno essere fatti preventivi, contratti e fatture separati e dovrà utilizzare causali di bonifico differenziate.
    Un caro saluto e si faccia seguire dal suo Tecnico di fiducia.

  7. Gentile Daniele, la ringrazio per la risposta che conferma quanto da me sostenuto. Il problema è proprio il mio tecnico. Sostiene che quanto precisato dall’enea nella faq relativa alla “sostituzione” dell’infisso al 110% includa anche l’impossibilità di detrazione al 50% di qualsiasi infisso variato post opera. Sia al 50%economia sia al 50% bonus casa.
    Vuole essere così cortese da darmi un suggerimento per capire come convincerlo del contrario?
    Grazie mille per l’attenzione.

  8. Salve Sara.

    Io non posso convincere il suo progettista.

    Posso solo confermare che:

    1) le finestre non oggetto di modifica rientrano nell’Ecobonus 50% e nel 110%
    2) le finestre con modifica rientrano nel 50% Bonus casa.

    Un caro saluto.

  9. Buon giorno, virgilio riporta: “Nel caso di contemporanea installazione dell’isolamento termico esterno (“cappotto termico”) si possono modificare le dimensioni del serramento esclusivamente in relazione al restringimento della bucatura esterna”.
    Per cui se installo un monoblocco (con spalle isolate) e riduco la bucatura di circa 15 cm. (ben oltre la tolleranza del 2%) posso ridurre anche il serramento, per cui posso accedere al 110%.
    E’ corretto????

  10. Salve Massimo.
    Il mio consiglio è quello di non variare la misura esterno telaio del vecchio infisso, salvo il 2% per adattarsi.
    Restringere l’esterno col monoblocco, la luce architettonica, potrebbe non influire sul cambio misura del serramento.
    Il principio di precauzione mi dice di rilevare le misure esistenti e poi farle coincidere con le misure che manderò all’Enea.
    Senza differenze sostanziali, entro il 2%, credo che tutto sarà più lineare.
    A presto.

    Altra cosa,

  11. Salve, sto procedendo a lavori di ristrutturazione. Relativamente agli infissi vorrei sapere se quanto sotto riportato è corretto relativamente all’agevolazione fiscale:
    -portoncino blindato con telaio a taglio termico (superbonus 110)
    -cambio infissi senza variazione (superbonus 110)
    -nuovo finestrone (scorrevole) in sostituzione nella stessa parete di due finestre e una porta (bonus casa 50)
    -basculante garage (bonus casa 50)

    tutto ciò che eccede i bonus è a carico mio, giusto?
    Grazie

  12. Salve Roberto.

    In linea di massima è tutto corretto.

    Fatti assistere dal tuo tecnico per il calcolo dei vari massimali e per la gestione delle fatture differenziate.

    A presto e Grazie.

  13. Salve,
    sto per eseguire dei lavori di adeguamento sismico e modificherò la posizione delle solette dell’edificio. Non ci sarà uno spostamento laterale delle aperture, ma verso l’alto. Le dimensioni delle finestre rimarranno invariate se non per la riduzione dovuta al cappotto. Con queste condizioni crede sia possibile l’accesso al Superbonus 110% per gli infissi?
    Grazie in anticipo.

  14. Buonasera Ivano.

    Traslare le finestre/porte verso l’alto è consentito.

    In linea di massima, si può fare quando il piano viene rialzato a causa dell’istallazione dell’impianto radiante a pavimento.

    Fattibile anche la riduzione dovuta dal cappotto.

    PS: si consulti con il suo Tecnico e si faccia confermare il tutto.

    E’ lui che ha in mano la pratica e conosce nel dettaglio le modifiche che andrete a fare.

    Un caro saluto.

  15. Buongiorno, con interpello 524/2021, l ‘Ade si é espressa in maniera positiva per la detrazione degli infissi in caso di modifiche dimensionali e di posizione, purché la superficie finestrata post lavori sia minore della situazione ante. Complimenti per il sito !

  16. Buongiorno,
    sono in procinto di demolire e ricostruire parte di una unità immobiliare, in Ecobonus 110%, con posa di cappotto termico nella parte ricostruita.
    Nel caso di una demolizione e ricostruzione parziale, è possibile installare finestre e infissi di dimensioni completamente diverse da quelle preesistenti, nella parte ricostruita, usufruendo della detrazione al 110% ?

    Molte grazie.

  17. Salve Marco.

    Non capisco se il suo progetto sia già stato approvato e depositato ma provo a risponderle.

    In primis servirà che il progetto sia conforme a quanto autorizzato.

    Le dimensioni delle finestre dovranno soddisfare i requisiti di areoilluminazione.

    Alla luce degli ultimi chiarimenti, sembra possibile modificare le dimensioni, senza però variare la quadratura pre-intervento.

    Siamo in attesa di chiarimenti… poiché la risposta di ADE ha lasciato parecchi dubbi.

    Affronti il tema col suo progettista, poichè ci possono essere elementi che possono influenzare il suo intervento.

    Queste sono le ultime novità: https://diemmeinfissi.com/cambio-misure-infissi-agenzia-entrate-dice-diverso-da-enea-524-2021/

    Un caro saluto

  18. Stiamo in effetti per presentare domanda di PdC al Comune.
    L’intervento comunque si configura come una ristrutturazione edilizia, e non una nuova costruzione: la volumetria e geometria della parte ricostruita è identica a quella esistente.
    AdE ed ENEA hanno sempre scritto che in caso di demolizione e ricostruzione dell’edificio, non ci sono vincoli alle dimensioni ed al numero degli infissi.
    Il mio dubbio verte invece su una demolizione “parziale” dell’unità immobiliare e sua ricostruzione con cappotto termico.

    Grazie,

  19. Salve Marco.

    Credo possa trovare informazioni utili in questa risposta:

    https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/0/Risposta_88_08.02.2021.pdf/ba5961f8-52fb-e0de-5059-16fafa4f6bd5

    Relativamente alla parziale demolizione, non credo ci siano presupposti ostativi a procedere nei termini di quanto già indicato.

    In ogni caso, se la cosa è nebulosa, dopo il ritiro del PDC, ed il suo Tecnico non trova risposte esaustive, rimane l’interpello ad ADE.

    Un caro saluto.

  20. Buongiorno,
    sto eseguendo i lavori al 110% con installazione di pompa di calore e salto di due classi energetiche. Avrei intenzione di cambiare solamente le persiane delle finestre già esistenti e sostituire il portone blindato. Potrei far rientrare il tutto nel Superbonus 110%?
    Grazie e cordiali saluti.-

  21. Salve Nicola.

    Presumo di si, leggendo che il salto delle classi lo ottieni senza l’ausilio delle finestre.

    Riservati di verificarlo col tecnico che assevererà l’intervento.

    Cari saluti.

  22. Buonasera Daniele. Io ho la stessa situazione dell’utente Marco, ovvero una parziale demolizione e ricostruzione. Ho visto che ha fatto riferimento, nella risposta all’utente, alla risposta 88 2021 di AdE però leggendo trovo solo uj riferimento l’ammissibilità del superbonus, non alla possibilità di derogare dal vincolo geometrico di numero posizionamento etc. C’è un passaggio specifico a cui si riferiva? Il caso delle demo-ricostruzioni parziali è un po’ un’area grigia della normativa e lo stesso identico dubbio vale per la nuova CILA Superbonus, che si applica a tutti gli interventi escluso demolizione e ricostruzione (ma sia totali che parziali???) e immagino che come me l’utente Marco non sappia se l’attuale pratica (SCIA o PdC) debba essere sostituita dalla CILAS (io sosterrei di no ma la norma non lo chiarisce). Mi scuso per la digressione ma tornando agli infissi se ha qualche riferimento che ci permetta di avere conferma che anche per le demo-rico parziali non si applicano vincoli le sarei grato. Saluti

  23. Buongiorno Tommaso.

    Quanto scritto a Marco è quello che si può trovare relativamente a questo quesito.
    Magari ci sono altri chiarimenti ma non ne reperisco uno specifico.
    Il mio invito, vista anche la complessità della cosa, e l’entrata di questa “presunta CLIAS semplificativa, è quello di analizzare le cose con il suo tecnico di fiducia.
    Relativamente alle misure, detto che comunque ci sono dei criteri legati all’areo illuminazione degli ambienti, credo si possa lavorare sulla base di tale concetto.
    Un caro saluto.

  24. Buongiorno Daniele.

    Grazie per il suo parere.
    Dato che la normativa non chiarisce (e non ho ancora risposta da ENEA dopo 2 quesiti sottomessi e l’interpello fatto ad AdE non ha chiarito..) l’interpretazione che diamo assieme al tecnico è che anche le demolizioni e ricostruzioni parziali rientrino nel generico caso di “demolizione e ricostruzione”. Un ulteriore riferimento può essere la risposta n. 168 nella quale – anche se non si parla specificatamente di infissi – AdE fornendo il suo parere fa rientrare il caso dell’istante (che appunto opera congiuntamente interventi anti-sismici e di efficientamento energetico attraverso una demo-ricostruzione parziale) nella definizione generale della normativa delle “demolizioni e ricostruzioni”. Riporto l’estratto:
    “In particolare, la predetta circolare n. 24/E precisa che l’agevolazione spetta anche a fronte di interventi realizzati mediante demolizione e ricostruzione inquadrabili nella categoria della “ristrutturazione edilizia” ai sensi dell’articolo 3, comma 1, lettera d), del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.
    Nel caso in esame, a seguito delle modifiche apportate con la legge di bilancio 2021 al decreto Rilancio – che ha previsto per le persone fisiche la possibilità di avvalersi delle agevolazioni per il cd Superbonus, anche per interventi realizzati su edifici non in condominio in quanto composti da più unità immobiliari (fino a 4) di un unico proprietario o comproprietari – l’Istante, in relazione alle spese che sosterrà dal 1° gennaio 2021, al ricorrere di tutte le condizioni disciplinate dalla norma in esame, potrà fruire delle detrazioni previste dal decreto Rilancio per gli interventi di ristrutturazione edilizia con parziale demolizione (art. 3, comma 1, lett. d), DPR 380/2001), finalizzata alla sicurezza statica ed antisismica delle due unità censite nella categoria catastale C/2, che al termine dei lavori saranno destinate all’uso abitativo.”
    Da questa risposta penso si possa logicamente dedurre quanto supposto relativamente alla demo-ricostruzione parziale sia per quanto riguarda l’esenzione della CILAS che per la non applicazione dei vincoli per quanto riguarda gli infissi e mi pare che lei convenga con noi.
    Spero di aver dato un contributo utile.
    Saluti

  25. Gentile Tommaso, grazie.

    In una normativa sempre più confusa, servono le collaborazioni per comprendere.

    Ecco che il suo gesto di collaborazione si rivela veramente gradito.

    UN caro saluto.

  26. Lavori condominiali relativi a ecobonus110. La luce della porta finestra è stata ridotta di 10 cm. X uscire sul balcone si hanno solo 47 cm di passaggio. Non mi sembra un lavoro a norma. Sono stati montati i nuovi infissi su quelli vecchi. Cosa posso fare ?

  27. Buongiorno volevo sapere se posso usufruire del 110 mantenendo le stesse misure attuali delle finestre a battente ma farle scorrevoli grazie

  28. Ciao Paola.

    Montare nuovi infissi, sovrapponendoli ai vecchi telai, non è mai una buona cosa.

    Soprattutto se riduce la luce di passaggio e la dimensione vetro.

    Non riesco a dirle cosa fare adesso poichè queste valutazioni dovrebbero essere fatte a priori.

    Se ha firmato un preventivo con montaggio in sovrapposizione, credo che non abbia nessuna soluzione.

    Mi spiace.

    Un caro saluto
    DC

  29. Salve Linda.

    Non ci sono particolari indicazioni in merito.

    Ovviamente, se si mettono scorrevoli minimali molto costosi, non rientreranno totalmente nei massimali di spesa ma questa è una questione prettamente economica.

    Verifichi però che questa operazione possa essere sostenibile a livello estetico.

    Ovvero, se si tratta di condominio, ci sono da mantenere gli aspetti estetici degli altri condomini.

    Se si tratta di abitazione singola, sicuramente ha più libertà di scelta.

    Un caro saluto
    DC

  30. Per abbattere le barriere architettoniche in un edificio condominiale si realizza un ascensore esterno ( appoggiato alla facciata) e si realizzano delle passerelle che si attaccano a delle logge . Ma per poter entrare nell’alloggio occorre trasformare una finestra, di luce 0,65×1,65, in porta-finestra di larghezza 0,85×2,65 come prescrive il D.M.236/1989. Il tutto trainato con Ecobonus 110. E’ possibile modificare tale finestra con il 110?

  31. Buongiorno Daniele
    Mi scusi ma le tapparelle sono anch’esse ‘trainate’? Possono rientrare nel superbonus?
    Grazie
    Giovanna

  32. Salve Franco.

    Per le barriere architettoniche si va in deroga.

    La modifica della finestra, in porta, risulta fattibile poichè motivata.

    Di conseguenza, sarà detraibile con il bonus a cui vuole accedere.

    Un caro saluto.

  33. Buongiorno Giovanna.

    I sistemi oscuranti e le schermature solari rientrano nel superbonus.

    Nell’ecobonus si parla di infisso comprensivo di sistema oscurante.

    Dovrà far riferimento alle caratteristiche prescritte dal suo tecnico.

    Un caro saluto

  34. Buonasera, vorrei sapere se posso sostituire i vecchi infissi con ecobonus 50% per risparmio energetico, modificando le ante, cioè passare da 2 ante a un anta sola. Specifico che l’appartamento è in un condominio. Grazie

  35. Salve Cinzia.
    Nessuno gli vieta il cambio di tipologia per portare in detrazione gli infissi.
    Deve però attenersi ai vincoli condominiali, paesaggistici e comunali.
    Senta un Geometra di Zona.
    Un caro saluto .

  36. Buonasera Daniele. Le posso sottoporre un quesito relativo agli infissi?
    Sto progettando la ristrutturazione di casa con attivazione superbonus 110% e ristrutturazione interna con bonus 50%. Sostituirò gli infissi e cambierò dimensione e posizione. Ho letto dall’ultimo interpello all”agenzia delle entrate in materia che è consentito cambiare posizione e dimensione a patto che la superficie finestrata post operam sia uguale o minore a quella esistente (ex ante), pena la fruizione del bonus. Se dovessi eccedere di meno di 1 mq nel progetto rispetto all’esistente della superficie finestrata, secondo lei, perdo completamente il bonus per gli infissi come intervento trainato, oppure pagherei al 100% soltanto gli infissi (o superficie finestrata) che eccedono dal calcolo complessivo?
    Grazie mille.

  37. Salve Emanuele.

    Non ecceda i limiti dell’attuale superficie col bonus 110% o con ecobonus 50%.

    Sposti quel serramento nella detrazione 50% Bonus Casa.

    In questo modo non intacca niente e recupera il 50% di quella sola finestra.

    Un caro saluto

    DC

  38. Buongiorno Daniele
    Dovrei sostituire tutti gli infissi in legno del mio appartamento senza modificare le misure delle stesse, premetto che ho già effettuato la sostituzione della caldaia e climatizzatore approfittando del eco bonus, la sostituzione degli infissi rientra nell’ecobonus 110%?

    grazie e buona domenica

  39. Ciao Italo.
    Hai fatto lavori in ecobonus 50%?
    In tal caso per ottenere il 110% per i soli infissi servirà dimostrare che fanno fare un salto di 2 classi alla casa.
    Un caro saluto DC

  40. Stiamo facendo una ristrutturazione completa di villetta unifamiliare, con cappotto esterno – impianto risc.pavimento – sost. caldaia ecc. tutti lavori rientranti nel bonus 110 – per quanto riguarda i serramenti parecchie finestre sono invariate e altre sono state allargate. Il nostro tecnico non ci fa passare niente al 110 facendo riferimento all’interpello 524 dell’ADE ,
    perchè la metratura finestrata post intervento è superiore a quella ante.
    E’ corretta l’interpretazione?
    Grazie per la risposta. Un saluto

  41. Salve Patrizia.
    Ciò che rientra nella metratura ante modifica, va al 110%.
    Quello che eccede, no.
    Gli infissi sostituiti, senza modifica, vanno al 110%.
    Quelli che subiscono modifiche, no.
    Sarebbe impensabile non avere accesso al bonus per tutto, quando solo alcuni infissi non rientrano nella metratura ante intervento.

    Un caro saluto
    CD

  42. Buongiorno,
    Una domanda, io resido in Francia e o una casa ( considerata come prima casa ) in Italia che occupo 2 mesi a l’anno, devo cambiare le finestre e tapparelle vorrei sapere se o il diritto a uno sconto e a quale sconto.
    Cose la differenza tra l’ecobonus 50% e 110% ?
    Grazie per la risposta. Cordialmente.
    Enrico

  43. Salve Enrico.
    Non riesco ad entrare nel merito di una domanda così complessa.
    Analizzi la sua situazione con un fiscalista.
    Un caro saluto.
    DC
    Ps: in merito al 50% o 110%, può trovare le risposte sul blog.

  44. Salve, sto effettuando un lavoro di demolizione e ricostruzione di villetta unifamiliare. vorrei sapere i limiti di spesa, per gli infissi, nel mio specifico caso.

  45. Salve,
    se i lavori superano i 60000 euro dell’ecobonus…come posso fare a pagare il resto del lavoro? la cifra in più, la posso pagare dal mio conto extra bonus?

  46. Salve Luca.
    Certo.
    Le eccedenze può pagarle con pagamento ordinario.
    Un caro saluto.
    DC

  47. Salve Marco.
    Consulti il suo tecnico e si faccia fare uno schema delle detraibilità a lei concesse.
    Un caro saluto.
    DC

  48. salve sono franco avrei villa indipendente da ristrutturare con i seguenti lavori da eseguire fotovoltaico cappotto pompa calore infissi vorrei sapere se sono tutti compresi col il superbonus 110 grazie buona giornata

  49. Buongiorno signor Daniele. Ho in corso una ristrutturazione edilizia con PdC regolarmente approvato dal mio Comune. L’immobile precedente è stato quasi completamente demolito e il nuovo è stato avanzato nella sua parte anteriore di circa un metro rispetto al sedime precedente.
    Tutti gli infissi hanno posizione e sagoma diversa rispetto agli originari.
    Chiedo in quale misura o percentuale è possibile accedere al superbonus 110%, visto che la normativa esclude dal suddetto beneficio la parte ampliata (in questo caso la facciata). La stessa problematica si pone per il Superecobonus riguardante l’isolamento a cappotto e l’installazione del nuovo impianto di riscaldamento a pavimento e pompa di calore. Oppure, senza perdersi in calcoli complicati, è possibile accedere al bonus 50% per tutti questi lavori ?
    Faccio presente che comunque ho intenzione di accedere al Superbonus 110% per quanto riguarda il Sismabonus, per il quale la spesa effettuata supera il limite previsto di 96.000 euro.
    Grazie per la sua risposta.
    Cordialmente
    Del Pup Anna Maria

  50. Salve Anna Maria.
    A mio avviso il limite che lei ha è dato dal massimale dei 96.000 del sisma.
    I serramenti, salvo verifiche più approfondite impossibili da fare in questo contesto, dovranno ricadere in bonus casa (i soliti 96.000 del sisma).
    Altra cosa. Questi bonus si valutano solo attraverso calcoli complicati (purtroppo) da incrociare con le relazioni tecniche e le disposizioni dell’agenzia delle entrate.
    La invito a farsi supportare dal tecnico ma di fare una valutazione molto accurata.
    Qualora lo ritenga opportuno, il suo tecnico potrà fare un interpello all’agenzia delle entrate con il suo caso specifico.
    Si tratta di conteggi che possono cambiare tutte le dinamiche e che, qualora il conto non torni, possono ribaltare tutto.
    Un caro saluto.
    DC

  51. Salve Franco, dipende.
    Tutto quello che scrive è sicuramente oggetto di superbonus.
    Deve però avvalersi di un tecnico in loco e far redigere una valutazione.
    Solo dopo saprà “quanto migliora la sua casa, quanto spende e quanto riprende”
    Un caro saluto
    DC

  52. Buongiorno , sto ristrutturando tutta la casa , e devo sostituire 6 finestre , 4 le lascerei invariate , mentre 2 le traformerei in portafinestre , posso utilizzare l ecobonus per quelle che rimangono invariate e il bonus ristrutturazioni per quelle modificate in porta finestre?
    Grazie

  53. Buonasera Daniele, potrebbe darmi alcune delucidazioni sulla risposta n. 524/2021 dell’AdE?
    Stiamo effettuando una ristrutturazione con modifiche interne e conseguenti modifiche dimensionali di finestre e porte finestre. Inoltre stiamo usufruendo del 110 per una serie di interventi di efficientamento energetico. Il punto riguarda la possibilità di usufruire come intervento trainato della sostituzione dei serramenti. Nella configurazione “post” di progetto avremo una serie aperture invariate a livello dimensionale, i cui serramenti possono essere semplicemente sostituiti (110) ed altri di dimensione maggiore rispetto alla configurazione “ante” . Se su questi ultimi posso usufruire del bonus ristrutturazione 50, come puo’ essere rispettata la condizione posta dall’agenzia delle entrate :
    ” è possibile fruire dell’Ecobonus anche nell’ipotesi di interventi di spostamento e variazione dimensionale degli infissi a condizione che la superficie “totale” degli infissi nella situazione post intervento sia minore o uguale di quella ex ante. Ciò a garanzia del principio di risparmio energetico”.
    A cosa si riferiscono quando parlano di superficie totale?
    C’è il rischio di decadere della premialità fiscale qualora verificassero che la superficie finestrata della situazione ante è inferiore di quella post, indipendentemente da come io ho ripartito le spese?

    Grazie anticipatamente

  54. Salve Francesco e grazie per aver scritto.
    Soluzione 1, fa asseverare solo la metratura ante intervento.
    Soluzione 2, detrae i serramenti variati nel Bonus Casa.
    Nb: si consulti anche col suo Tecnico, le firme le mettono loro.
    Un caro saluto.
    DC

  55. Buongiorno,
    intanto grazie per la disponibilità, chiedo se può chiarirmi dei dubbi: sto facendo una ristrutturazione di una unifamiliare, stiamo facendo interventi al 50% e a breve presenteremo una variante alla Scia presentata perché dobbiamo fare un rinforzo al solaio(sismabonus 110%) e qualche giorno dopo verrà presentata la Cilas Superbonus per la parte di efficienza energetica le domande sono:
    – la quota pavimento verrà alzata di circa 20 cm per effetto del rinforzo e dell’impianto radiante a pavimento pertanto si rende necessario alzare le finestre che diversamente rimarrebbero troppo basse, la spesa “edile” per alzare gli infissi può rientrare nel 110% infissi dato che dipende da ragioni tecniche?
    – gli infissi in questione, per ridistribuzione interna, subiranno una variazione: quella del bagno verrà rimpicciolita, una finestra sul prospetto est verrà chiusa e verrà ampliata l’altra finestra situata nello stesso locale di quella chiusa. Al termine dei lavori la superficie post sarà inferiore a quella ante, posso accedere al 110% per tutti gli infissi anche quelli modificati?
    – ultimo dubbio, non riesco a capire per il massimale di spesa infissi, fa fede il prezzo indicato nel computo calcolato con i prezzi Dei, ed è tutto detraibile se non supero il limite di detrazione di 60.000 euro (54.545 di spesa), oppure devo considerare anche il sottomassimale al metro quadro stabilito dall’allegato I? Anche se presenterò la Cilas dopo il 15 aprile?
    – per finire, l’unità è composta da 2 piani di cui uno era piano cantina che abbiamo reso abitabile con la prima scia portando l”altezza da 2.30 a 2.40 previsti per essere abitabile (pratica definita dal Comune come ristrutturazione edilizia). Nel locale cantina era presente un camino fisso, posso accedere al 110% anche per la sostituzione degli infissi del locale seminterrato che è diventato abitabile?
    Grazie e scusi per le tante domande..
    Cordiali saluti
    Barbara

  56. Salve sono in procinto di eseguire una ristrutturazione e con l’occasione Intendo allargare sui due lati esterni una veranda di angolo, già esistente e condonata, guadagnando circa 10 mq, sostituendo i vecchi serramenti con serramenti certificati. Ovviamente gli infissi risultanti saranno più ampi dei preesistenti. In che modo posso fruire degli esistenti bonus?

  57. Salve Enrica.
    A mio avviso, se i serramenti sono posizionati nella parte ampliata, non hai diritto a nessuna detrazione.
    Non si configura sostituzione ma modifica ed ampliamento.
    In ogni caso, consultati con il progettista che ti segue e fatti dare indicazioni più precise.
    Un caro saluto
    DC
    Se hai bisogno, puoi richiedere una mia consulenza online: https://bit.ly/2IPF3IK

  58. Scusi, sempre con riguardo all’ampliamento della veranda … se è configurabile come sostituzione, non potrebbe rientrare nel cosiddetto “bonus verande” che agevola le verande nuove? Se si in che termini?

  59. Salve ancora Enrica.
    Rispondo sempre volentieri ai quesiti sul blog.
    La sua domanda va molto nello specifico e, credo, vada valutata con tutte le carte in tavola.
    Rispondendo, darei solo spazio ad altri dubbi ed altre domande.
    Segua il suo professionista, colui che progetta il lavoro e dispone la pratica comunale.
    All’esito della pratica capirà se può usufruire delle agevolazioni.
    A mio avviso, mi ripeto, è no.
    Un caro saluto.
    DC

  60. A me risulta che l’agenzia delle entrate per mezzo di una circolare abbia incluso nei trainati anche gli infissi che subiscono una modifica delle dimensioni, a patto di lasciare inalterata la superficie dell’infisso.

  61. Salve Francesco.
    Esatto!
    L’articolo che ha commentato è un blog del 2021.
    Qui trova l’ultimo aggiornamento: https://diemmeinfissi.com/cambio-misure-infissi-agenzia-entrate-dice-diverso-da-enea-524-2021/

    Estratto:
    “Ciò considerato, per gli interventi diversi da quelli di demolizione e ricostruzione è possibile fruire dell’Ecobonus anche nell’ipotesi di interventi di spostamento e variazione dimensionale degli infissi a condizione che la superficie “totale” degli infissi nella situazione post intervento sia minore o uguale di quella ex ante.

    Un caro saluto
    DC

Lascia un commento