Costruire una casa in legno: case history a Lucca

Costruire una casa in legno:

La storia di Alessandro e Amabilia

 

Costruire una casa in legno può rivelarsi in certi casi una sfida. Stiamo parlando di un immobile particolare che necessita una accurata pianificazione, in particolare sotto il punto di vista energetico!

Argomento delicato quando si parla di case in legno e basso consumo.

Ti parlerò oggi di un lavoro che ho seguito personalmente e che mi ha permesso di conoscere ancora meglio questa realtà; sto parlando della casa di Alessandro e Amabilia!

Un immobile in legno che ho potuto seguire dalla posa del primo listello di legno, fino al collaudo e al momento in cui la coppia, con i loro due figli, è finalmente andata ad abitare il nuovo immobile.

In questa occasione non mi sono limitato a gestire la componente infissi ma ho offerto invece una consulenza che è andata a coprire tutto pacchetto energetico/abitativo.

L’obiettivo prefissato era una casa a basso consumo che offrisse il massimo comfort e le minime spese di gestione, un obiettivo ambizioso quello di Alessandro e Amabilia che, attraverso diversi passaggi, è diventato realtà.

Per questo lavoro è stata necessaria una attenta pianificazione, assieme alla scelta e al contributo dei giusti professionisti! Persone che non si limitano a gestire fogli e scartoffie, ma che sono pronte a scendere in cantiere e lavorare con me e gli altri professionisti.

 

Foto Installazione Diemme Infissi in casa con infissi in legno a Lucca

“La prima cosa che ho fatto è stata consigliare ai miei clienti di affidarsi ad uno studio tecnico, di cui mi fido moltissimo, lo Studio Singergy, nelle persone di Paolo Salsini e Daniel Fanucchi”

 

Costruire una casa in legno: L’importanza della pianificazione energetica nella costruzione di una casa a basso consumo

 

C’è stata quindi una pianificazione energetica, presa in carico in questo caso da Paolo dello Studio Sinergy, che ha calcolato, prendendo in considerazione la somma di tutti i valori termici dei vari materiali.

Daniel Fanucchi si è occupato della progettazione dell’impianto elettrico e delle connessioni dei vari impianti.

In sintesi quello che sarebbe stato l’involucro e la sua prestazione finale in termini di contenimento.

Quando parlo di materiali per il contenimento, sto parlando di:

  • Struttura
  • Coibentazioni
  • Isolamenti a terra
  • Serramenti
  • Controtelai
  • Tetto Isolato
  • Dettagli costruttivi

Questi elementi creano quello che chiamiamo “involucro della casa”!

Attori in primo piano, quando si parla di risparmio energetico e della vivibilità dell’abitazione che vogliamo realizzare.

Una volta effettuato questo piano energetico abbiamo così ottenuto dei valori precisi, oltre a trovare classe energetica “obiettivo”

È stato poi necessario aggiungere un impianto termico. 

Muovendoci nel territorio delle nuove tecnologie e dell’innovazione, abbiamo optato per un impianto radiante affiancato da un impianto di ventilazione meccanica, in grado di generare un ricambio d’aria controllato che permette allo stesso tempo un recupero di calore.

In questo modo infatti abbiamo compartimentato la necessità di aprire tutte le finestre, perdendo calore, per il ricambio d’aria.

 

Foto porta in case in legno a Lucca

Costruire una casa in legno: la scelta degli infissi

 

La componente energetica è stata curata da Studio Sinergy!

Io mi sono occupato degli infissi, elemento molto delicato quando parliamo di una casa in legno e che necessita una grande cura se vogliamo mantenere l’ambiente salubre, areato e isolato dal freddo invernale, ma anche dal caldo eccessivo.

Il mio ruolo è stato di consulenza, predisposizione e successivamente installazione di:

  • Controtelai
  • Finestre
  • Persiane
  • Porta d’ingresso
  • Frangisole
  • Zanzariere
  • Tenuta all’aria (nastratura)

Per quanto riguarda gli interni mi sono invece occupato delle porte da interni, oltre che della gestione della componente energetica interna.

In questo caso sono uscito un po’ dalle mie mansioni classiche e ho proposto la scelta di un pavimento radiante, molto particolare.

Un pavimento, questo, realizzato in legno preformato che contiene all’interno una serie di tubi (serpentine) con lo scopo di riscaldare l’abitazione.

Inoltre mi sono occupato della fornitura della pompa di calore, collegata al pavimento radiante e utile anche nel produrre acqua calda sanitaria.

L’altro elemento che ho curato è stata la ventilazione meccanica che comprende la predisposizione dei tubi, il collocamento dei tubi, il posizionamento della macchina oltre alla predisposizione dell’abitazione all’avviamento e alla gestione della macchina stessa.

Il lavoro svolto per Alessandro e Amabilia mi ha coinvolto moltissimo ed è stato per me un cantiere molto particolare.

Ho avuto infatti la possibilità di seguire quasi in ogni dettaglio la costruzione dell’abitazione in legno, con le sfide che ne derivano e le possibilità che nascono da questa scelta.

 

“Il lavoro di Alessandro e Amabilia è stato un po’ particolare, mi sono infatti ritrovato a seguire la costruzione della casa dall’inizio alla fine, ci sono stati anche problemi e criticità che abbiamo dovuto affrontare, riuscendo però a superarle e a raggiungere così il risultato desiderato”

Costruire un infisso in legno - foto realizzazione Diemme Infissi

Costruire una casa in legno: L’esperienza di Alessandro e Amabilia

 

Quello svolto per Alessandro e Amabilia è stato un lavoro molto complesso, non privo di difficoltà ma anche estremamente appagante.

La cosa più importante è stato raggiungere il risultato che, grazie al lavoro mio, di Alessandro e degli altri professionisti che hanno curato questa neonata abitazione, ha dato vita a una casa in grado di rendere felici e confortevoli i suoi abitanti. 

Come si può vedere dalle foto che corredano l’articolo, la casa di Alessandro e Amabilia è un’abitazione dal design moderno, in grado di ospitare, con ampi spazi, e di offrire comfort e abitabilità.

La casa è poi molto luminosa e ben orientata.

Alessandro e Amabilia, sono rimasti molto contenti del nostro lavoro, me l’hanno più volte dimostrato, ed è proprio per questo che ho deciso di scrivere un articolo anziché scrivere un post su Facebook.

Ritengo infatti che sia importante far vedere a tutti come costruire una casa in legno a basso consumo sia possibile, anche restando in determinati parametri di spesa.

Quello che conta è darsi un chiaro obiettivo da raggiungere: cosa deve essere la tua casa, quanto la vuoi vivere, come la vuoi vivere e che tipo di comfort desideri.

Bisogna anche tenere ben presente quanto desideriamo spendere negli anni nella sua gestione e manutenzione.

Alessandro e Amabilia hanno una casa, pianificata quattro anni fa, che risparmierà per trent’anni una cifra decisa in precedenza; ammortizzando le spese e diventando col tempo una fonte di risparmio notevole.

 

Sono estremamente soddisfatto di questo lavoro, e ho trovato in Alessandro e Amabilia, non solo due clienti ma anche due persone con le quali è nato una rapporto di amicizia; persone che stimo per la grande caparbietà e per il coraggio dimostrato nell’affrontare questi importanti lavori, superando ogni problema con il sorriso. 

Spero quindi che questo articolo possa risultare utile a chiunque voglia costruire una casa in legno, e abbia come obiettivo il basso consumo assieme ad una buona abitabilità.

Naturalmente sarei felice, per i futuri proprietari, di poter contribuire con l’installazione delle mie finestre e porte, portando con me il bagaglio di esperienze lavorative che grazie a storie e lavori come quelli di Alessandro e Amabilia, giorno dopo giorno si arricchisce e cresce.

 


Daniele Cagnoni – danielecagnoni@diemmeinfissi.com


VOGLIO MAGGIORI INFORMAZIONI