Ecobonus 110 per cento con Crédit Agricole | Come funzionano prestiti e cessione del credito col super bonus

Anche Crédit Agricole, è pronta a gestire cessione del credito d’imposta e sconto in fattura di Ecobonus 110%. Lo fa attraverso pacchetti dedicati al bonus 110, con l’obiettivo di dare la liquidità necessaria ad aprire i cantieri, supportando aziende e beneficiari del Superbonus.

In questo articolo ti dico come funziona la cessione del credito con Banca Crédit Agricole.


Ecobonus 110 % con Crédit Agricole | Come funziona la cessione del credito alle banche?

Crédit Agricole, assieme a banche come Banco BPM, MPS e Intesa SanPaolo, è tra le banche che accettano la cessione del credito d’imposta del super bonus 110% contenuto nel Decreto Rilancio.

Nello specifico, la banca ha attivato dei pacchetti ad hoc e servizi dedicati ad aziende, condomini e privati.

Ecco le percentuali di acquisto previste:

  • Per il Bonus 110%, recuperabile in 5 anni, la banca pagherà 100 euro ogni 110 euro di credito ceduto (percentuale del 90,91%);
  • Per interventi diversi dal Bonus 110% recuperabili in 5 anni la banca pagherà 91 euro ogni 100 euro (percentuale del 90,91%);
  • Per gli interventi degli altri Bonus Casa, detraibili in 10 anni, la banca pagherà 78 euro ogni 100 euro di credito ceduto (percentuale del 78,00%).

Clicca qui per accedere alla pagina ufficiale di Crédit Agricole dedicata a Ecobonus 110% e cessione del credito


Ecobonus 110 % con Crédit Agricole | Chi può beneficiare del super bonus per l’efficientamento energetico?

Possono beneficiare del super bonus 110 per cento:

  • Proprietari di villette unifamiliari e plurifamiliari (a patto di avere ingressi separati)
  • Proprietari di prima e seconda casa
  • Condomini che vogliono affrontare un progetto di efficientamento energetico

La classe energetica della tua abitazione dovrà migliorare di almeno due classi, certificate attraverso l’APE (Certificazione Prestazione Energetica).

Gli interventi previsti dal bonus sono:

  • Coibentazione con isolamento a cappotto
  • Sostituzione degli impianti di riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda
  • Messa in sicurezza antisismica dell’edificio
  • Demolizione e riscostruzione secondo i requisiti di ecobonus 110 o sismabonus 110

Realizzare almeno uno degli interventi sopra, permette di estendere il super bonus a:

  • Lavori che rientrano nell’elenco delle spese di riqualificazione energetica del vecchio Ecobonus (esempio: infissi, schermature solari), con relativi massimali di spesa
  • Installazione di impianti fotovoltaici, inclusi accumulatori
  • Installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici

Risorse utili

Come scegliere il vetro delle finestre per ottenere risparmio energetico

Come riqualificare casa ottenendo benessere e massimo comfort

Le nostre FAQ 110%

 

Lascia un commento