Muffa e umidità in casa: quanto incidono le finestre?

Ci risiamo! Torna la stagione invernale e con lei arrivano anche muffa e umidità.

Vediamo come applicare, immediatamente, i meccanismi, poco conosciuti, che aumenteranno il comfort della tua casa, riducendo, o addirittura eliminando, il rischio muffa e umidità in casa.

Ti metto a disposizione questo speciale report che ha già aiutato centinaia di persone a migliorare le loro problematiche di muffa e condensa.

Prenditi 15 minuti e leggilo con molta calma. 

Al mattino ti ritrovi Muffa e umidità in casa o, addirittura, finestre bagnate che tua moglie è costretta ad asciugare ad ogni risveglio?

Ho già parlato di quanto sia importante coibentare i cassonetti delle tapparelle e di quanto sia importante la protezione dalle infiltrazioni delle finestre; adesso ti parlo di umidità e muffa!

Revisione articolo del 2017.


Muffa e umidità in casa: quanto incidono le finestre?

Combattere l’umidità in casa non è cosa facile. Le finestre sono un ago della bilancia, possono migliorare o peggiorare la condizione!

Lo ho provato in prima persona e posso affermare che non è una bella sensazione passare tutta la notte con un tasso di umidità troppo alto.

Ti svegli con la testa che ti scoppia e anche se hai riposato 8 ore ma ti sembra di averne dormite 3; chiara situazione di comfort negativo e di muffa e umidità in casa!

Foto Problemi di muffa e umidità in casa

 

Quando ti trovi con problemi di umidità, e le hai provate tutte, non riesci mai a capire – di preciso – come risolvere questo problema; in questo articolo vedremo come gestire al meglio il problema umidità in casa.

Qualche consiglio per contrastare questi disagi, aiutandoti a cambiare la situazione, con l’obiettivo di migliorare il comfort della tua casa. 

Foto di Daniele Cagnoni

Sono Daniele Cagnoni e mi occupo di infissi, isolamenti e ventilazione meccanica da 20 anni.

Prenditi 15 minuti ed investili nel rivedere il comfort della tua casa.

 


Muffa e umidità in casa: cosa causa questi disagi?

Permettimi di fare un passo indietro e partire dalle cause principali, e soprattutto risolvibili. 

Le cause possono essere grandi o piccole, devi sapere che non tutte le tipologie di muffa hanno il solito livello di risolvibilità.

Alcune cause sono eliminabili, o si possono prevenire, con un po’ di attenzione.

Ad esempio:

  • umidità dovuta muri ancora bagnati per intonaci eseguiti da poco tempo (solitamente dopo un periodo di asciugatura il problema scompare);
    .
  • umidità dovuta a montaggio non corretto delle finestre (dovremmo pensarci prima, comunque possiamo metterci mano migliorando molto la situazione);
    .
  • umidità per assenza di deumidificazione (in alcune tipologie di edificio dovrebbe essere prevista di base);
    .
  • umidità da condensazione per mancanza o insufficiente isolamento termico delle pareti (risolvibile con verifica, calcolo e correzione);
    .
  • umidità causata di infiltrazione di pioggia battente; (solitamente difficile da controllare se non in progettazione)
    .
  • umidità per scarsa traspirazione data dall’utilizzo di pitture inadeguate, non traspiranti e spesso non naturali
    .

Ti sembrerà strano, ma la casa risente di tutto questo mostrandoti le sue criticità nel momento in cui viene messa alla prova.

Si comporta un pò come succede a tutti noi!

Ti sarà capitato di grondare sudore in situazioni di estremo disagio o in caso di improvvisi sbalzi climatici ?

Ne sono più che certo.


Muffa e umidità in casa: come, e dove, si manifesta?

Solitamente si manifesta su queste superfici-materiali:

  • finiture in gesso: rigonfiamenti e distacchi;
    .
  • strutture in cartongesso: umidità interna con condensazione abbondante;
    .
  • pitture: alcune pitture, molto coprenti e corpose, possono distaccarsi o sbollare;
    .
  • intonaci a calce: gonfiano e si distaccano;
    .
  • malte: macchie e fessure
    .
  • metalli: attraggono molto l’umidità;
    .
  • longherine – lungherina; utilizzate come cerchiature o architravi, se non isolate correttamente, possono causare gravi problemi;
    .
  • pavimenti: si scollano e si manifesta la muffa evidente nei commenti ed in corrispondenza del battiscopa;
    .
  • legno: rigonfiamento, crescita, distorsione e sollevamento;
    .
  • guaine impermeabili: sbollano e si sollevano, si crea una vera intercapedine di umido;
    .
  • vetri finestre: si bagnano fino a colare per la produzione di acqua;
    .
  • finestre in alluminio non taglio termico; il materiale non termico si presta ad una conduzione che si trasforma in acqua;
    .
  • davanzali – soglie; sono i punti deboli dove, all’interno, si creano vistose macchie dovute a infiltrazione o conduzione;

Umidità ideale in casa: ma cosa succede alla casa?

La tua casa risente notevolmente di tutti i cambiamenti climatici e soprattutto della qualità dell’aria:

  • Caldo;
    .
  • Freddo;
    .
  • Umidità;
    .
  • Vento e agenti atmosferici.

Se hai problemi di muffa e umidità, prova a riflettere un attimo! Ripensa a cosa succede in casa tua in inverno e soprattutto durante un’autunno umido: 

  1. Muri che non si asciugano;
    .
  2. Le fughe delle piastrelle in gres, appena pulite, si inumidiscono;
    .
  3. Bagno pieno di Muffa e pittura da rifare ad ogni primavera;
    .
  4. Devi cambiare spesso gli ascuigamani perchè assumono un cattivo odore;
    .
  5. Un odore in casa che non ti gratifica;
    .

Sintomi di una casa che non è in buona salute. Casa malsana = Casa senza il giusto comfort!


Muffa e umidità in casa: cosa fare in questi casi?

Due soluzioni, concentriamoci su queste:

  1. Non curare la tua casa aspettando la buona stagione per farla asciugare! ATTENZIONE: l’autunno arriva presto;
    .
  2. Iniziare a cambiare le dinamiche ricambiando l’aria in modo corretto e costante;
    .
    Ma ATTENZIONE non dare per scontato che il semplice riciclo d’aria possa bastare per risanare tutto, perché, a volte, ci sono situazioni che non favoriscono affatto “l’asciugatura!”

Fai però attenzione perchè non è scontato che cambiando l’aria si migliori sempre la condizione; prosegui e leggi come puoi contrastare la muffa!

Ci sono regole da seguire che assomigliano molto ai vecchi usi dei nostri nonni consigli; con alcune malizie portate soprattutto dall’innovazione.

Vediamoli adesso.


Muffa e umidità in casa: una volta la muffa non c’era!

Gestire un corretto ricambio d’aria ti garantirà sicuramente un notevole miglioramento del comfort abitativo, leggi queste tre voci e ricordale sempre:

  • Farlo ad Orari: sai bene che ci sono orari migliori, per ricambiare aria, e orari dove potrebbe essere meglio non farlo;
    .
  • Ogni Giorno: ci vuole costanza, come la formichina quando inizia a fare provviste!
    Se non usi il principio del “POCO E SPESSO” difficilmente otterrai risultati soddisfacenti;
    .
  • Monitorato: con una piccola spesa puoi dotarti di uno, o più strumenti di supporto;
    .

E’ veramente importante fare in modo che il ricambio d’aria sia controllato?

Tieni a mente il 3° punto, quello dove ti dico che deve essere un ricambio monitorato. 

Esistono due dati chiari e comprensibili da dove partire:

  • UMIDITÀ, espressa in termini percentuali; esempio 65 %
    .
  • TEMPERATURA, espressa in gradi Celsius; esempio 19°

Percentuale umidità in casa: come avere questi due dati numerici?

Compra due termo igrometri al primo brico, obi o in ferramenta.

Ti dico 2 (due) perché uno lo userai per ottenere i dati necessari all’interno della casa e l’altro all’esterno.

Esistono modelli che possono stare all’interno della casa ed hanno un piccola sonda di rilevamento esterno; io preferisco quelli da 10 euro del brico.

Ne acquisti 2, con 20 euro hai risolto, e li sposti dove vuoi.

Sono prodotti a basso costo; un normalissimo termoigrometro per interno.

 

Foto Termoigrometro

Una volta acquistati, come li puoi usare?

  1. Decidi un finestra orientata ad Ovest o altrimenti a Sud.
    .
  2. Mettine uno all’interno e l’altro all’esterno della finestra.
    .
  3. Ricorda che a finestra chiusa devi poter leggere il dato sul termoigrometro esterno.
    .
  4. Fai in modo di non posizionarlo in mezzo ai vasi  dei fiori e che non voli via alla prima folata di vento.
    .
  5. Posizionali in modo che tu possa leggere i dati contemporaneamente.
    .

NB: Se hai scelto il modello con rilevamento anche esterno, posiziona  all’esterno il rilevatore.

Pronti Via: postazione di monitoraggio predisposta.

Adesso devi monitorare i valori, umidità relativa e temperatura, agendo in modo diverso a seconda del periodo dell’anno.

Avere due strumenti ti sarà utile a capire la differenza tra dentro e fuori ma attenzione. 

Anche se fuori ti indica un’umidità superiore a dentro, devi ugualmente ricambiare aria.

Magari lo fai per meno tempo, ma fallo sempre. 


Tasso umidità corretto in casa: cosa fare in inverno?

Regola di base: lascia aperte le finestre, preferibilmente, quando lo strumento interno indica un’umidità relativa più alta del 65%!

Adesso utilizziamo il principio di sostituzione.

Cosa voglio dire?

Per ottenere un valido risultato servirà togliere l’aria interna e sostituirla con quella esterna.

L’aria esterna è più pulita e meno satura!

Una stanza, che abbia almeno una finestra, ha bisogno di pochi minuti per ricambiare totalmente l’aria.

Se apri tutte le finestre di casa, tutte assieme, potrai cambiare l’aria in meno di 10 minuti; creando riscontro può volerci anche meno tempo!

Ricorda che arieggiare non vuol dire lasciare la casa aperta tutto il giorno. Devi semplicemente sostituire l’aria interna con quella esterna, velocemente. 

Attento a non “Raffreddare troppo la casa” per poi dover ripartire da capo a riscaldarla.

Aumenteresti troppo i costi di riscaldamento!

Ricorda quello che ti ho detto: tutte le finestre insieme e solo 10 minuti.


Muffa e umidità in casa: un simpatico percorso salutare per tua casa!

  1. inizia a spalancare la prima finestra

  2. continua con le altre fino ad averle aperte tutte;

  3. vai a lavarti i denti;

  4. inizia dal chiudere la prima finestra che hai aperto e finisci con l’ultima;

Solitamente, a questo punto, il ricambio è fatto e nemmeno ti accorgi del tempo che gli hai dedicato!


Tasso umidità in casa: e in estate?

Ti dico subito che (in estate) chiamare il tecnico per far installare un bel climatizzatore, credendo di “sistemare” la situazione una volta per tutte, NON funziona.

Non ho niente contro i condizionatori ma potrebbero poi essere causa di questi problemi:

  • Sbalzi di temperatura elevati;
    .
  • Torcicolli bruschi;
    .
  • Bambini che si ammalano;
    .
  • Anziani che non lo tollerano;
    .
  • Differenze importanti di temperatura da una stanza all’altra della casa.

Nel periodo estivo lascia aperte le finestre per più tempo solo in questi periodi:

  • la mattina presto,
    .
  • la notte
    .
  • la sera tardi le temperature sono più basse; sfrutta bene questi momenti per caricare di aria sana e fresca la tua casa!

In questi periodi del giorno le temperature sono più basse! Sfrutta bene questi momenti per caricare di aria sana e fresca la tua casa!


Muffa e umidità in casa: ma se non ho tempo di fare tutto ciò?

Di quanto tempo ho bisogno per fare tutte queste operazioni?

Posso delegare “queste azioni” ad uno strumento intelligente, a ridotto consumo di energia e che non costi una fortuna?

La risposta è si!

Immagine di ventilazione meccanica controllata

Senza dover rimandare i tuoi impegni, per ricambiare automaticamente l’aria nella tua casa puoi utilizzare una Ventilazione Meccanica Controllata o abbreviato, VMC.


“Vuoi capire come rendere salubre la tua casa risparmiando energia e ventilando correttamente gli ambienti?”

Guardando questo video, capirai l’importanza della nostra ventilazione meccanica controllata:

foto video muffa e condensa


PERCHE’ SI INSTALLA?

Arieggerà, in totale autonomia, la tua casa eseguendo una corretta ventilazione, e aspirazione dell’umidità in eccesso presente a casa tua, garantendoti la giusta dose di  temperatura ed umidità.

Si installa in casa, su una parete che dà verso il fuori; due tubazioni fanno passare aria in ingresso ed in uscita.

Ne puoi installare una o più, in casa tua; questo dipende dalle esigenze e dalla dimensione della casa.

Questa valutazione possiamo farla in casa tua con na consulenza mirata.


Muffa e umidità in casa: come funziona?

In Inverno, l’apparecchio di Ventilazione Meccanica Controllata, aspira aria esterna, pulita e ossigenata ma tuttavia fredda, e la trasporta dopo averla riscaldata negli ambienti.

Allo stesso tempo, attraverso un’altro tubo separato, aspira l’aria interna viziata, mandandola fuori da casa.

Al suo interno c’è uno scambiatore di calore che consente anche il recupero: l’aria calda viziata, che esce, cede il suo calore all’aria fredda e pulita che entra.

In sintesi, con l’aria calda e satura interna, vai a pre-riscaldare l’aria in ingresso! In questo modo i consumi sono esigui!

Inoltre, il sistema di filtraggio di cui è dotata evita che entrino negli ambienti polvere, polline e altre particelle presenti nell’aria.

Come vedi, se non hai tempo di stare a casa e gestire la procedura in modo manuale, puoi evitare molte problematiche delegando a questo strumento il lavoro di gestione del  tuo benessere abitativo.

ESTATE: molte di queste apparecchiatura hanno un sistema che esclude il pre-riscaldamento nel periodo estivo.

Potrai quindi delegare alla macchina il ricambio d’aria nei momenti in cui all’esterno è più fresca che all’interno!


Muffa e umidità in casa: quanto consuma la VMC?

Da 4 a meno di 40 watt ora; Praticamente niente, se paragonato ai benefici che avrai! Pensa ad un deumidificatore da 1500 watt ora … 

Installando una ventilazione meccanica controllata:

  • Manterrai la casa sana con un sistema di ricambio controllato;
  • Proteggerai le strutture dai danni causati da muffe ed eccessiva umidità dell’aria interna;
  • Avrai in casa la giusta temperatura;
  • Risparmierai notevolmente sui costi di riscaldamento;
  • Risparmierai notevolmente sui costi di raffreddamento;
  • Avari aria filtrata dalla macchina stessa;

Spero che dopo questo articolo, per te, tutto sia più chiaro!


Vuoi aiuto per risolvere definitivamente il problema di muffa e condensa?

CLICCA  QUI’


Aspetta!

La testimonianza di Gianluca:

Recensione Diemme Infissi Lucca vmc infissi porte muffa e umido


Come vedi, possiamo risolvere definitivamente il problema di muffa e condensa. §
Lo possiamo fare anche a casa tua.


CLICCA  QUI’