Preventivo ristrutturazione | I 10 passi da fare per evitare di ottenere preventivi falsati

Il 70% delle persone, quando deve fare lavori di ristrutturazione in casa, parte dal richiedere un preventivo, anzi 5.

Si tratta di un fenomeno tipico del mondo dell’edilizia, la cui causa sembra nascosta proprio nel DNA umano; la buona notizia è che se presa in tempo, questa particolare tendenza potrebbe essere fermata seguendo 10 semplici passi.

In questo articolo ti dico come richiedere un preventivo per i tuoi lavori di ristrutturazione o per la tua nuova casa, evitando problemi e ottenendo le giuste garanzie sul tuo investimento, senza rischiare costi imprevisti e brutte sorprese!


Preventivo ristrutturazione | Come richiedere un preventivo per i tuoi lavori in casa?

Quando arriva il momento di fare i lavori in casa, il 70% delle persone inizia a chiedere una serie di preventivi, di solito 5.

Ecco che cosa succede:

Incontri artigiani, commercianti ( e soprattutto venditori), e tutti sembrano avere una soluzione per te.

Qualcuno di loro ti piace di più, di solito quello che esegue quello che chiedi senza fare troppe domande, e qualcuno di loro ti piace meno, magari chi inizia a metterti qualche dubbio; in ogni caso, alla fine, ottieni la promessa dei tuoi 5 preventivi, torni a casa, e inizi ad aspettare.

Passa un mese, o qualcosa di più, e finalmente ottieni i tuoi 5 preventivi; è a questo punto che ha inizio il confronto tra le diverse offerte che ti porterà a scegliere a chi affidare i tuoi lavori di ristrutturazione.

Il problema è che molti dettagli potrebbero sfuggirti: un preventivo comprende spesso elementi tecnici, codici e numeri che necessitano una conoscenza specifica di quello che stai cercando di acquistare.

Non dimenticare poi che, quando si parla di risparmio energetico e benessere abitativo, fermarsi al prodotto e alle sole prestazioni, potrebbe esporti a criticità importanti.

Arrivati a questo punto, quello che fanno (quasi) tutti, è guardare al prezzo finale, finendo per scegliere quello più basso senza valutare altri aspetti, magari fondamentali del loro acquisto.


Preventivo ristrutturazione | 3 modi di valutare un preventivo

Nella scelta del preventivo migliore, esistono 3 scuole che ti spiegherò in breve:

La prima è quella del: “non scelgo il prezzo più basso ma nemmeno il più alto”.

In questo caso, il disastro potrebbe essere assicurato!

La seconda è quella del: “ scelgo il fornitore che mi ha dato meno complicazioni”.

In questo caso, il rischio è di trovarti come quando vai in un villaggio turistico, ti regalano il braccialetto per pagare comodamente, senza tirare fuori i soldi ogni volta, e poi alla fine svieni quando scopri quello che hai speso davvero!

Quello che mi auguro, è che tu faccia parte della terza scuola; coloro che, quando capiscono di aver bisogno di aiuto, alzano la mano e, senza timidezza, dicono: “forse è meglio che contatti un Professionista e mi faccia tutelare nel mio investimento”.


Preventivo ristrutturazione| Il metodo per fare centro con i tuoi lavori

Ecco svelato il segreto che potrebbe anche farti ottenere lavori garantiti, senza rischiare di perdere la partita, svuotandoti il portafogli come succede con il braccialetto nei villaggi turistici.

Rimettiamo in fila, con la giusta procedura, un corretto percorso di acquisto per ottenere lavori in casa, senza dovere penare e con la massima garanzia di risultato.

Qui sotto, trovi la lista dei 10 passi che spesso ci dimentichiamo di tenere a mente:

  1. Decido di fare lavori in casa perché ne ho l’esigenza;
  2. Mi guardo in tasca e capisco quanto potrei investire;
  3. Contatto un Tecnico di fiducia e gli parlo del mio progetto;
  4. Ottengo un suo riscontro sulla fattibilità di quanto ho in testa;
  5. Lo incarico di fare le verifiche del caso sul posto, a casa mia;
  6. Faccio fare un progetto, piccolo o grande che sia;
  7. Gli chiedo di redarre un capitolato che mi consenta di capire bene di cosa ho bisogno;
  8. Con il capitolato, iniziò a chiedere qualche preventivo, senza sostituire il mio tecnico con ogni venditore che incontrerò;
  9. Raccolgo i preventivi e li verifico insieme al mio Tecnico;
  10. Decido a chi affidare il lavoro e firmo il suo preventivo;

Seguendo questo decalogo, potresti evitare di cadere nel tranello della semplificazione, soprattutto in un momento come questo, dove per ogni soffio….. salta fuori un venditore.

Ti ho preparato anche uno schema comparativo, lo trovi qui sotto.

preventivo ristrutturazione

Oggi giorno, andare alla ricerca di prezzi e prodotti, senza il supporto di un Professionista, potrebbe essere molto rischioso e poco proficuo, per ogni committente.

Ho scritto questo articolo proprio per sensibilizzare le persone, e aiutarle ad evitare problemi con i loro lavori in casa, scegliendo un percorso di acquisto gestito con attenzione e consapevolezza.

Ciao e al prossimo articolo.

Daniele Cagnoni

Se hai bisogno di entrare subito in contatto con noi, clicca sotto:

Come funziona l’ECOBONUS 110% e quali sono le condizioni d’accesso. 

La sola sostituzione di FINESTRE E PORTE, nell’applicazione dell’Ecobonus 110%, ad oggi, RIMANE al 50%.

“PUOI DETRARRE IL 50% in 10 ANNI”

In caso di intervento di RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA le cose potrebbero cambiare e dare l’accesso all’ ECOBONUS 110% anche per FINESTRE E PORTE.

Se INSTALLIAMO CAPPOTTO E CALDAIA, e nel contesto dell’intervento si SOSTITUISCONO FINESTRE E PORTE, le cose potrebbero cambiare.

Se sarà accertata una miglioria dell’immobile DI ALMENO 2 CLASSI ENERGETICHE, si potrà accedere al 110%, anche per FINESTRE E PORTE.

RIEPILOGO REGOLE ECOBONUS 110% 2020/2021

Le SPESE saranno da sostenere dal 01.07.2020 al 31.12.2021.

L’ecobonus si applica a qualsiasi immobile riscaldato, alle persone fisiche, ai soggetti IRES.

Servirà certificare con APE (Attestato di Prestazione Energetica) il miglioramento di 2 CLASSI energetiche dell’edificio

I materiali isolanti devono rispettare i Criteri Ambientali Minimi "CAM"

E' applicabile in condomini o unità immobiliari adibite ad abitazione principale

Non si applica nell’esercizio di imprese, arti o professioni, ai CONDOMINI singoli e agli IACP.

E' applicabile in immobili di proprietà di persone fisiche

Vista la complessità dell’argomento, ci siamo attivati subito, con i nostri Consulenti Energetici, per supportarti senza farti correre rischi.  

Abbiamo creato un sistema di analisi specifico: check110percento.it.

Il nostro sistema ci consente di esaminare l’attuale stato Energetico della tua casa ma anche di capire se hai diritto all’accesso all’Ecobonus 110% e quali sono gli interventi da effettuare.

Puoi ottenere maggiori informazioni
cliccando sul bottone qui sotto. 

SUPERECOBONUS (110%)

Per accedere al superecobonus è necessario attendere il Decreto definitivo (oggi è in bozza), i

Decreti attuativi e le necessarie procedure dell’Agenzia delle Entrate.

La sostituzione di serramenti può rientrare nel superecobonus se abbinato agli interventi sotto descritti che sono agevolabili al 110%:

Coibentazione degli edifici con intervento su almeno il 25% della superficie esterna (ad es.: cappotti) – limite di spesa: 60.000 euro per ogni unità immobiliare

Interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento nei condomini – limite di spesa: 30.000 euro per ogni unità immobiliare

Interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento degli edifici unifamiliari – limite di spesa: 30.000 euro

Il limite di spesa per la sostituzione dei serramenti rimane quello previsto dalla precedente legislazione (60.000 euro), detraibili al 50% in 10 anni.

CLICCA L’IMMAGINE SOTTO PER LEGGERE LE FAQ

TROVI 37 DOMANDE CON ALTRETTANTE RISPOSTE