Scadenza Ecobonus 110% | Quando scade il Superbonus 2022

Il Superbonus 110%, è stato protagonista di una serie di modifiche e proroghe nel corso dei mesi, novità che possono creare un po’ di confusione sulla scadenza e sul funzionamento attuale degli incentivi. L’Ecobonus 110% ha diverse scadenze a seconda del beneficiario.

Approfondiamo insieme quando scade il Superbonus sulla base delle ultime novità.

 

Ultimo aggiornamento, 03/01/2022


Scadenza Ecobonus 110% | Quando scade il Superbonus per persone fisiche e interventi su unifamiliari

Per prima cosa prenderemo in esame quello che più interessa ai Clienti Diemme: quando finisce il Superbonus 110% per persone fisiche con edifici uni o pluri familiari, ovvero le classiche case private, o gli edifici composti da più unità abitative.

  • Per le persone fisiche che effettuano i lavori su un edificio unifamiliare, la scadenza del Superbonus è il 31 dicembre 2022. Servirà che lo stati dei lavori sia almeno al 30% entro il 30 giugno 2022.

Non dimenticare poi la possibilità di sfruttare il più semplice e rapido Ecobonus 50%, che ti permette di effettuare lavori di riqualificazione e di detrarre gli infissi sfruttando anche cessione del credito e sconto in fattura.

In alternativa per tutto il 2022, se devi cambiare le finestre per migliorare il comfort in casa, puoi scegliere il bonus ristrutturazioni, sempre al 50%.


Scadenza Ecobonus 110% | Quando scade il Superbonus per i condomini e gli edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità

Vediamo adesso la scadenza dell’Ecobonus 110% per i condomini e gli edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità:

  • Per le persone fisiche che effettuano i lavori su un edificio plurifamiliare o in condominio, la prima scadenza  a cui facciamo riferimento è il 31 dicembre 2022. Successivamente il bonus dovrebbe calare fino ad arrivare al 65% nel 2025, quello che viene dopo il 2022 è comunque soggetto a eventuali modifiche.

Scadenza Ecobonus 110% | Quando scadono cessione del credito e sconto in fattura

Cessione del credito e sconto in fattura, saranno disponibili per recuperare le spese degli interventi del Superbonus e degli altri bonus per la casa per tutto il 2022.

Servirà il visto di conformità per tutti gli incentivi, salvo nel caso di lavori di edilizia libera e interventi dal costo pari o inferiore ai 10.000 Euro.


Scadenza Ecobonus 110% | Cosa cambia per le detrazioni IRPEF

Un piccolo cambiamento è presente anche per le detrazioni IRPEF, il modo più semplice, per chi ha capienza, di sfruttare il 110%.

  • In questo caso, per i lavori effettuati nel 2022, la detrazione non sarà più ripartita in 5 rate, ma in 4.
  • Serviranno visto di conformità e asseverazione.

Scadenza Ecobonus 110% | Conclusioni

Ancora oggi, dopo un anno dal suo arrivo, il Superbonus rimane una risorsa complessa, che necessita tante precauzioni e una progettazione impeccabile.

Le semplificazioni recenti sono alla fine dei conti semplificazioni “sulla carta”. Rimane infatti la necessità di verificare ogni dettaglio dell’edificio e il rispetto di tutte le norme. Il lavoro vero e proprio andrà poi eseguito con la massima attenzione, con l’obiettivo di rientrare nei requisiti del bonus, ma anche di ottenere una casa bella, luminosa, in grado di dare massimo comfort e salubrità.

Se hai intenzione di effettuare una riqualificazione completa della tua abitazione, allora il Superbonus potrebbe essere la soluzione ideale per te. Servirà per prima cosa un’analisi di fattibilità dell’intervento.

Se vuoi ottenere maggiore risparmio energetico, senza un intervento completo, potresti scegliere di sostituire i soli infissi sfruttando le detrazioni al 50%.


Risorse utili

Le nostre FAQ 110%

Le nostre FAQ 50%

Quali incentivi scegliere per sostituire gli infissi

Quali infissi scegliere per ottenere risparmio energetico

Le testimonianze dei clienti Diemme

La galleria dei nostri lavori

Video Guide

Lascia un commento