Vetro basso emissivo | Che cos’è, a cosa serve e come puoi riconoscerlo

Che cos’è un vetro basso emissivo (Low-E), come funziona, come puoi riconoscerlo e quali sono i vantaggi di questa tipologia di vetrocamera per finestre.

Al termine dell’articolo trovi delle risorse utili per saperne di più su vetrocamera e scelta dei serramenti.


Vetro basso emissivo | Che cos’è

Il vetro basso emissivo è un vetro isolante per finestre e porte che ti aiuta a contenere le dispersioni termiche.

La base è quella di un vetro float, al quale si aggiungono degli strati extra che migliorano ancora di più le prestazioni termo-acustiche del vetrocamera.

I vetri dei serramenti moderni, sono tutti basso emissivi, con trattamenti particolari che ti aiutano a gestire al meglio il comfort termico della tua casa.

Vecchie finestre, o prodotti molto economici, potrebbero avere ancora vetri di vecchia generazione, molto disperdenti e inadeguati alle prestazioni delle case di oggi.


Vetro basso emissivo | A cosa servono i vetri basso emissivi

I vetri basso emissivi, sono lo standard delle finestre moderne.

Servono a ridurre le dispersioni, migliorando le prestazioni del serramento sia dal lato termico che acustico.

Esistono diverse tipologie e qualità di vetri basso emissivi, anche questo elemento si aggiorna nel tempo diventando sempre più prestante.

Un esempio è il vetro ECLAZ® di Internorm, un vetro basso emissivo di nuova generazione con prestazioni isolanti eccellenti.


Vetro basso emissivo | Ce l’hanno tutte le finestre?

Spesso le vecchie finestre, anche con doppio vetro, non hanno lastre di questo tipo e tendono a disperdere il calore che accumuli in casa.

Se devi acquistare nuovi infissi, se tutto è fatto nel modo giusto, l’infisso che acquisterai avrà invece un vetro basso emissivo.

Come ti ho detto, esistono diverse qualità di vetrocamera basso emissivo.

Per ottenere il massimo comfort termico non basta quindi che la finestra abbia un vetro generico di questo tipo; ne servirà uno con prestazioni importanti.

Le finestre finestre che installiamo per i nostri Clienti sono Internorm, Schuco e Velux e montano tutte vetri basso emissivi molto prestanti.


Vetro basso emissivo | Come riconoscere un vetro a bassa emissione utilizzando un accendino

Se vuoi sapere se il vetro della tua finestra è di vecchia generazione o basso emissivo, puoi farlo con un semplice test.

Utilizza un accendino davanti al vetro della finestra per ottenere un riflesso:

  • Se hai un doppio vetro, nel riflesso noterai 4 fiammelle.
  • Se la terza fiammella ha un colore diverso, allora dovresti avere un vetro basso emissivo.
  • Se il colore diverso è nella seconda fiammella, allora potresti avere un vetro selettivo.
  • Se tutti i riflessi sono uguali, potresti avere un vetro molto datato, con relativa superficie disperdente.

Vetro basso emissivo | Conclusioni

  • Il vetro basso emissivo è il punto di partenza per ottenere infissi prestanti e una casa ben isolata;
  • Le finestre di nuova generazione montano di solito un vetro basso emissivo, almeno che non si tratti di vecchi prodotti o infissi di scarsa qualità;
  • Esistono diverse tipologie di vetri a basse emissioni, basate su nuove tecnologie e trattamenti. Per ottenere il massimo risultato serve un vetrocamera dalle prestazioni importanti.
  • Per i nostri Clienti installiamo infissi Internorm, Schuco e Velux, con vetrocamera basso emissivi di ultima generazione che garantiscono massimo isolamento termico e acustico.

Risorse utili

Come scegliere il miglior vetro per i tuoi serramenti

Come funziona il vetro selettivo

Come arredare la casa con le porte interne

Come ottenere più comfort con i tuoi nuovi infissi

I Casi Studio dei Clienti Diemme

Le testimonianze dei clienti Diemme

Le nostre realizzazioni

I video utili del nostro canale Youtube

Lascia un commento